Nel cuore dell’eccellenza laniera italiana, Zignone intreccia tradizione e creatività.

Da tre generazioni il Lanificio Zignone si dedica alla lana con passione, intraprendenza costante e duro lavoro. Con una produzione concentrata per intero sul territorio, portiamo avanti la cultura laniera locale con nuove idee e uno sguardo aperto sul presente – per un Made in Italy vero, in linea con i tempi che viviamo.

Classicità e innovazione sono la trama e l’ordito del nostro impegno. I tessuti Zignone uniscono la migliore competenza biellese con i bisogni di oggi in fatto di stile, comfort e rispetto per l’ambiente. Una visione contemporanea, che ha reso la nostra etichetta una presenza fissa fra i fornitori di grandi marche italiane e europee, americane e asiatiche.

Una storia di coerenza familiare, che parte ai primi del ’900.

La Z del nostro marchio è quella di Gilio Zignone: esperto di tessuti, commerciante, industriale. Originario di Trivero, Zignone si sposta a Biella per aprire un’importante ditta di ingrosso di stoffe attiva su scala nazionale. La grande conoscenza tessile garantisce un successo che lo invita, su consiglio degli stessi clienti, a diventare produttore in prima persona sotto il nome di Lanificio Mucrone.

L’attività si trasferisce a Strona negli anni sessanta: qui nel 1968 nasce il Lanificio Zignone. Dopo vent’anni di consolidamento la figlia Luisella Zignone, oggi presidente, assume la direzione insieme al cognato Giuseppe Patti. L’azienda avanza nel percorso tracciato, con investimenti per lo sviluppo industriale e l’espansione commerciale soprattutto all’estero.

  1. Alle origini: l’impresa di Gilio Zignone

    Da commerciante di tessuti a importante grossista, fino a produttore di flanella. La grande esperienza di Gilio Zignone dà avvio al Lanificio Mucrone.

  2. La fondazione del Lanificio Zignone

    Con il trasferimento negli attuali impianti di Strona, nel 1968 nasce formalmente il lanificio intitolato al fondatore.

  3. Acquisizione della Filatura Spaider

    Il Lanificio Zignone inizia il suo percorso di consolidamento sul territorio.

  4. Un nuovo impianto per la filatura

    Le attività produttive si sviluppano ulteriormente con uno stabilimento rinnovato per la Spaider.

  5. La filiera è completa

    Proseguono gli investimenti produttivi. Il Lanificio Zignone si dota della fase di finissaggio, così da controllare l’intera lavorazione.

  6. Oggi

    Il lanificio produce 2,5 milioni di metri di tessuto, che esporta in 46 diversi Paesi nel mondo.

Luca e Matteo Patti: incontro all’evoluzione del settore

L’approccio internazionale di Zignone, fortemente orientato al dinamismo, si esprime a pieno nella direzione voluta oggi dai fratelli Luca e Matteo Patti, in prima linea nell’attività produttiva e imprenditoriale.

Negli anni recenti il lanificio ha potenziato l’impegno nella Ricerca e Sviluppo e investito importanti risorse nella tecnologia, lanciando sul mercato nuovi tessuti e trattamenti speciali con performance apprezzate da tanti clienti. Anche grazie a questo impulso, la produzione segue da tempo gli standard più alti per controllo della qualità e sensibilità verso l’ambiente – una priorità sincera qui a Strona.

Un lanificio attento alle novità, interessato alle collaborazioni

Attraverso un management giovane, Zignone sa così coniugare la continuità di una gestione familiare e le necessità di sviluppo, un legame vivo con il passato e l’attenzione essenziale per le tendenze emergenti.

La ricerca stilistica è una vocazione del lanificio, che conta sulle grandi capacità del proprio Ufficio Stile nell’interpretare gli scenari della moda nelle collezioni del marchio. La stessa propensione alla novità distingue Zignone nelle scelte commerciali e negli strumenti con cui comunicare. Le tante collaborazioni artistiche con illustratori, fotografi e videomaker raccontano la volontà del lanificio di sperimentare con i diversi linguaggi di oggi.